GREYHOUND

LRI3
LRI17_edited
LRI26
LRI5_edited
LRI7_edited
LRI9_edited

Il Greyhound è una razza canina appartenente al gruppo dei levrieri. Famoso per essere il cane più veloce al mondo, viene impiegato nei cinodromi in gare di racing o di coursing, attività che appartengono alla tradizione anglosassone. Può raggiungere una velocità media di 63 km/h, e addirittura 72 km/h come velocità massima nei rettilinei. Nonostante le sue abilità atletiche, è un cane che necessita di poco esercizio rispetto ad altre razze, e preferisce passare il tempo sdraiato su superfici morbide. Molto equilibrato, dolce e tranquillo, si affeziona molto alla famiglia che lo adotta.

Cenni storici

Si tratta di una razza molto antica che si suppone abbia le sue origini in Medio Oriente e che sia stata importata in Europa tra il sesto e il quinto secolo a.C. dai Celti. In Egitto gli antenati dei moderni Greyhound erano impiegati nella caccia e tenuti come cani da compagnia. I levrieri preferiti dei membri delle classi ricche, venivano mummificati e seppelliti con il loro padrone ed i muri delle tombe egizie erano spesso decorati con immagini di questi cani. I Greci probabilmente comprarono i primi levrieri dai commercianti Egizi intorno al 1000 a.C. Gli Dei greci erano spesso ritratti con levrieri. I Romani invece importarono questa razza dai Greci o dai Celti e la impiegarono per il coursing, nel quale i cani rincorrevano una lepre, ma non erano in competizione tra di loro, come nel coursing moderno. Nel Medioevo i levrieri rischiarono l'estinzione e la razza fu salvata dagli ecclesiastici che cominciarono ad allevarli per i nobili. Da questo momento divennero un emblema per l'aristocrazia e li vediamo spesso comparire in dipinti, arte e letteratura dei secoli successivi. Fu nel diciannovesimo secolo in Gran Bretagna, che le corse dei Greyhound cominciarono a diventare popolari, in quanto la Rivoluzione Industriale diede alle classi imprenditoriali la possibilità ed il tempo di dedicarsi ad attività ricreative. Fu proprio in Gran Bretagna che questa razza fu allevata in modo da arrivare ad uno standard.

Caratteristiche

I Greyhound sono in genere estremamente flessibili e abituati a socializzare sia con gli umani, sia con gli altri cani. Tranquilli, ben educati e indipendenti, sono degli straordinari animali da compagnia. Nonostante la loro taglia, sono cani da appartamento a cui piace essere coccolati e diventare parte integrante della famiglia. Non sono per niente aggressivi e, se si sentono minacciati, tendono semplicemente a rimanere immobili.

 

Sono obbedienti e rispettosi, ma non facilmente addestrabili. La loro particolare sensibilità richiede che vengano educati con modi fermi ma gentili. Anche se indipendenti, apprendono le regole rapidamente. Essendo educati per natura, è semplice abituarli a rispettare le regole di casa, per questo sono cani adatti anche a chi non ne ha mai avuti. Sono puliti e in genere facili da abituare a non sporcare in casa.

Non è necessario essere degli sportivi e passare ore all'aperto per avere un Greyhound; due o tre passeggiate al giorno sono sufficienti per fargli passare il resto della giornata disteso e rilassato nella sua cuccia. Amano correre, come tutti i cani, ma quello che li distingue è la velocità, non la durata; dopo qualche minuto di corsa veloce esauriscono le energie e il bisogno di giocare.

 

I Greyhound hanno un forte istinto di correre dietro alla "preda" e questo può far scattare in loro la tendenza a scappare se vedono, anche in lontananza, qualcosa che attira la loro attenzione. Per questo motivo è assolutamente necessario tenerli sempre al guinzaglio o in zone protette da recinzioni alte almeno due metri. 

Alcuni Greyhound possono comportarsi in modo imprevedibile in presenza di cani di altra razza, specie se molto piccoli e soprattutto quando cominciano a correre. Nei parchi cani bisogna quindi fare un po' di attenzione, dare modo al levriero di avvicinarsi agli altri cani e accertarsi che sia tranquillo in loro presenza, prima di lasciarlo libero di correre. La maggior parte dei Greyhound si abitua a convivere con cani di tutte le taglie e, alcuni di loro, anche con i gatti o altri piccoli animali domestici. Ovviamente abituarsi al gatto di casa non significa abituarsi a tutti i gatti; i piccoli animali fuori dalle mura di casa continuano ad essere considerati prede.

Salute
 

I Greyhound sono dei cani che generalmente non presentano particolari problemi di salute e hanno una vita media di 12-14 anni. Tuttavia è bene sapere che sono particolarmente sensibili all'anestesia ed è consigliabile affidarsi a veterinari che conoscono bene questa razza.

 

Come molti cani di grossa taglia, anche i levrieri possono essere soggetti alla sindrome della dilatazione-torsione dello stomaco (bloat), che può causarne anche la morte. Per cercare di evitare che questo succeda, è necessario fare attenzione che il cane non mangi subito prima o subito dopo un intenso esercizio fisico. 

I levrieri hanno valori del sangue diversi rispetto alle altre razze e può capitare che alcuni veterinari che non hanno dimestichezza con questa razza, sospettino erroneamente patologie al cuore o alla tiroide.

I Greyhound possono essere soggetti a "corn", dei calli tipici di questa razza. Le cause che portano alla formazione dei corn sono ancora incerte e si discute ancora se siano di origine virale o traumatica. Sono caratterizzati da un ispessimento e indurimento del cuscinetto e solitamente la parte visibile non è che la punta del cono che si sviluppa all'interno della zampa. Se vedete che il cane persiste a zoppicare e tende a migliorare sull'erba o altre superfici morbide, può essere segno che abbia sviluppato un corn. In questi casi i trattamenti possono essere medici, con l'obiettivo di ammorbidire e sciogliere il callo, o chirurgici con l'asportazione del corn. Il trattamento chirurgico purtroppo non sempre è risolutivo perché il corn tende ad essere recidivo. Nei casi più seri si ricorre all'amputazione del dito. 

Capita talvolta che alcune persone portino il proprio Greyhound dal veterinario perché presenta zone del corpo, soprattutto quelle posteriori, prive di peli. Si tratta della “bald thigh syndrome”, in italiano “sindrome della coscia calva”, tipica di questa razza. E' caratterizzata dalla perdita del pelo che interessa la parte latero-posteriore della coscia, ma che può estendersi fino all’addome e al torace.  In realtà il problema è di natura puramente estetica ed i levrieri che presentano questa sindrome sono comunque sani.

Cura

I Greyhound hanno un pelo corto, liscio e di facile gestione; ne perdono poco, anche durante la muta. E' sufficiente spazzolarli ogni tanto e lavarli una o due volte all'anno. Avendo il pelo corto e poco grasso, i Greyhound devono essere protetti dal caldo e dal freddo. Per questo è consigliabile far indossare al cane un cappotto durante l'inverno, che consenta una minor dispersione del calore. In estate invece è necessario evitare le passeggiate durante le ore più calde ed eventualmente bagnare il levriero per evitare i colpi di calore.

 

I Greyhound sono magri e hanno ossa sporgenti, per questo prediligono e necessitano di superfici morbide su cui distendersi. A casa, come in macchina, sarà sufficiente munirsi di una soffice trapunta per dar modo al levriero di sdraiarsi comodamente. Ovviamente sarà ancora più contento se gli concederete di distendersi sul divano!

Fondamentale per la salute, così come per le persone anche per i cani, è l'igiene dei denti. E' importante quindi abituare il vostro Greyhound alla routine della pulizia per prevenire una serie di patologie e per evitare la caduta dei denti. E' sufficiente spazzolare denti e gengive con uno spazzolino morbido imbevuto di acqua e aiutarsi con una serie di prodotti facilmente reperibili nei negozi di articoli per animali. Durante le abituali visite, sarà il vostro veterinario a consigliarvi eventuali interventi di detartraggio sotto anestesia.

Le unghie vanno tagliate con una certa frequenza utilizzando tronchesini e tagliaunghie, oppure aiutandosi con delle lime, se meglio tollerate dal vostro levriero. Se non siete pratici lasciate questo compito al vostro veterinario o ad un toelettatore, in quanto c'è il rischio di intaccare la polpa dell'unghia facendola sanguinare, in particolare nel caso in cui le unghie siano scure.

© 2019 Levrieri Rescue Italia.